1334
articoli
pubblicati

Scrivi al Dr. Longobardi e al suo staff

INVIA LA TUA RICHIESTA

Segui i webinair con il Dr. Longobardi

PARTECIPA AI WEBINAR

Prenota una visita al Centro Iperbarico

CHIEDI UN APPUNTAMENTO

09 set 2010

Buongiorno, sono Mario Giometti, istruttore sub, nel 2008 per risolvere con l’ablazione un’aritmia (fibrillazione atriale parossistica) stavo assumendo il coumadin. Poco prima dell’operazione mi è venuto un mal di testa fortissimo, sono andato al pronto soccorso e lì mi hanno diagnosticato un aneurisma nella zona pericallosa frontale destra che è stato operato d’urgenza. In seguito all’operazione mi hanno messo sotto gardenale per circa due anni, durante i quali ho consultato vari medici (neurologi e iperbarici) i quali mi hanno dato pareri diversi a volte opposti tra loro….da qui può capire la mia confusione e la richiesta di avere un suo parere sugli esami da fare per capire se posso continuare la subacquea e in che modalità. Concludo dicendole che ho smesso il gardenale da circa 20 giorni e non ho mai avuto nessun sintomo particolare durante l’intera dismissione. Volevo inoltre informarla che non avendo potuto fare l’ablazione prendo mezza pastiglia di sotalex al dì per le fibrillazioni. Porgo cordiali saluti nell’attesa di una sua risposta.
Mario
P.S.: avrei piacere di incontrarla per una visita appena possibile. Grazie ancora per la sua disponibilità.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

UnoRisposta a “Aritmia e aneurisma cerebrale: posso immergermi?”

  1. Pasquale Longobardi on

    Caro Mario, ti ringrazio per l’attenzione e la stima.
    Mi dispiace per la catena di problemi che hai subito. Faremo in modo che tu possa tornare a immergerti in sicurezza.
    Per l’intervento al cervello (aneurisma) serve un elettroencefalogramma con privazione del sonno. Viene eseguito in neurologia (neurofisiologia).
    Mi farai vedere le angio risonanze magnetiche che hai sicuramente già eseguito + la lettera di dimissione ospedaliera con la descrizione dell’intervento.
    Per quanto riguarda l’aritmia (fibrillazione atriale parossistica) serve un elettrocardigramma Holter (registrazione per ventiquattro ore).
    In previsione dell’idoneità, chiedi al cardiologo anche un elettrocardiogramma da sforzo (con valutazione del Metabolic Equivalent of Tasks – METS).
    Per il farmaco antiaritmico che assumi, il Sotalex tende ad allungare il tempo QT. E’ un’anomalia elettrica, riscontrabile nell’elettrocardiogramma, correlata con un alterata funzione del cuore. Terremo sotto controllo il parametro.
    Per la visita, contatta la mia assistente – Claudia Assirelli – presso il Centro iperbarico Ravenna (tel. 0544-500152). Ti aspetto, Pasquale

Rispondi

  • (will not be published)