1334
articoli
pubblicati

Scrivi al Dr. Longobardi e al suo staff

INVIA LA TUA RICHIESTA

Segui i webinair con il Dr. Longobardi

PARTECIPA AI WEBINAR

Prenota una visita al Centro Iperbarico

CHIEDI UN APPUNTAMENTO

15 dic 2010

Caro Pasquale, ti ho mandato tempo fa alcuni pazienti con un’ipoacusia improvvisa resistente a terapia medica.
State continuando con casi del genere? I risultati come li consideri? Vale la pena a tuo parere fare un tot numero di sedute?

Se ritieni che valga la pena (ho un paziente di più di 60 anni che da circa 20 giorni è migliorato di solo il 25%, rimanendo un’ipoacusia neurosensoriale ancora molto grave. Non ha patologie significative d’altro genere!) ti chiederei di rinfrescarmi la memoria per potertelo inviare.
Grazie della cortese attenzione. Dr. Franco Casadei, ORL di Cesena ([email protected])

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

UnoRisposta a “Sordità improvvisa: quante sedute di terapia iperbarica servono?”

  1. Pasquale Longobardi on

    caro Franco, grazie per l’attenzione. Ti stimo molto ed è un piacere collaborare con te (ho lasciato il tuo email nel post in modo che i pazienti di interesse otorinolaringoiatrico possano contattarti personalmente).

    Presso il Centro iperbarico di Ravenna sono stati trattati nel 2007: 78 casi (migliorato: 68%), nel 2009: 108 casi (migliorato: 58%). La differenza nel risultato dipende dall’accuratezza nella selezione dei pazienti che ci vengono inviati.

    La linea guida per la ossigenoterapia iperbarica della Società Italiana di Medicina Subacquea e Iperbarica (SIMSI) e della SIAARTI (rianimatori) per la sordità improvvisa prevede quanto segue (www.simsi.org).
    - indicazione: sordità parziale o totale, secondaria a ischemia a eziologia trombo-embolica, traumatica o infettiva.
    - criterio di inclusione: sintomatologia intercorsa da non oltre 30 giorni con audiometria positiva per impegno percettivo nel range compreso tra 200 – 2000 Hertz.
    - terapia iperbarica: 15 OTI 2,2 – 2,5 ATA
    - valutazione dell’efficacia: controllo ORL dopo 15 OTI:
    – GUARITO: sospendere OTI
    – MIGLIORATO: continuare fino a un massimo di ulteriori 10 OTI
    – INVARIATO: sospendere OTI

    Ti invierò al tuo email personale e publicherò nel blog le linee guida della Società Italiana Otorinolaringoiatri Ospedalieri relative all’utilizzo dell’OTI nella sordità improvvisa.

    In merito alle prove di evidenza scientifica, la Cochrane Library ha pubblicato una revisione della letteratura su OTI nella sordità improvvisa concludendo che la terapia iperbarica sia efficace se effettuata entro un mese dall’eventi acuto con un Number Needed to Treat (NNT) di cinque.

    Per i lettori laici del blog: significa che disponendo di una quantità di risorse definita (budget) si possa prevedere che un paziente ogni cinque possa guarire con la sola aggiunta della terapia iperbarica, dopo che sia già stato trattato al meglio con le procedure classiche, senza successo e per il quale sia stato ritenuto che non ci sia null’altro da fare. Naturalmente se la terapia iperbarica fosse somministrata prima e insieme alle altre terapie, l’efficacia sarebbe migliore.

    Per accedere al Centro iperbarico Ravenna la procedura cambia da Ausl a Ausl. Per Ravenna, il filtro è effetuato direttamente nel Centro iperbarico. Per Cesena è necessaria prescrizione tua (specialista), quella del medico di famiglia e l’autorizzazione di uno specialista ospedaliero.

    Per ogni ulteriore informazione chiamami sul cellulare.

    Felici auguri di serene festività alla tua famiglia e a te, Pasquale

Rispondi

  • (will not be published)