1334
articoli
pubblicati

Scrivi al Dr. Longobardi e al suo staff

INVIA LA TUA RICHIESTA

Segui i webinair con il Dr. Longobardi

PARTECIPA AI WEBINAR

Prenota una visita al Centro Iperbarico

CHIEDI UN APPUNTAMENTO

06 apr 2011

Ciao Pasquale,  sono Rita di Treviso. Volevo gentilmente chiederti una informazione. Ho iniziato ad allenarmi, andando a camminare per 40 min circa 2/3 volte alla settimana e ho intenzione di comprarmi un cardio frequenzimetro, quanto devo forzare il mio cuore? Grazie per la disponibilità!

PS: Lo sai che per te è stata probabilmente una visita di routine e per me invece è stata una rinascita? Sono felicissima di potermi immergere ancora! Ciao e buon lavoro! Rita

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

UnoRisposta a “Allenamento: come imposto il cardiofrequenzimetro?”

  1. Pasquale Longobardi on

    Cara Rita, grazie per l’attenzione e la stima. E’ stato un piacere conoscerti ed esserti utile.

    Il cardiofrequenzimetro andrebbe impostato sulla frequenza allenante che è quella sottomassimale (85% della frequenza massimale).
    Per il calcolo della frequenza massimale: la formula più comunemente utilizzate è la formula di Cooper:

    FCM = 220 – età del soggetto (in anni)

    La formula di Hirofumi Tanaka complica leggermente il calcolo ma avrebbe un miglior grado di precisione. La formula prevede il calcolo della FCM secondo quanto segue:

    FCM = 208 – (0,7 * età del soggetto in anni)

    Per una frequenza allenante mantieniti sull’85% della frequenza massimale. Per esempio nel mio caso la frequenza massimale è 171/174 a secondo della formula, la frequenza che seguo sul cardiofrequenzimetro è 147/150 battiti per minuto

    In merito al consiglio che ti avevo dato di camminare alla frequenza di venti passi al minuto, devo completare l’informazione. Stabilisci un percorso sfidante che riesci a fare in 40-50 minuti (cioè un x di chilometri), pian piano devi fare lo stesso percorso riducendo il numero di passi quindi ampliando la falcata. Gli atleti bravi arrivano a 14-15 passi al minuto (per completare un percorso stabilito), i comuni mortali possono arrivare a 17 passi al minuto. Ciao, Pasquale

Rispondi

  • (will not be published)