1334
articoli
pubblicati

Scrivi al Dr. Longobardi e al suo staff

INVIA LA TUA RICHIESTA

Segui i webinair con il Dr. Longobardi

PARTECIPA AI WEBINAR

Prenota una visita al Centro Iperbarico

CHIEDI UN APPUNTAMENTO

08 ott 2011

Sono una collega che si occupa di medicina iperbarica all’Ospedale Niguarda (Milano). Vorrei chiedere se è possibile venire a Ravenna, nel Suo centro, per qualche ora per vedere come applicate ai pazienti la monitorizzazione delle ferite difficili con ossimetria transcutanea.

Grazie, Simonetta

Cordiali Saluti

Simonetta Passarani

cell. 3479130215

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

UnoRisposta a “l’ossimetria transcutanea nella valutazione delle ferite”

  1. Pasquale Longobardi on

    cara Simonetta, ti ringrazio per l’attenzione ed è stato un piacere conoscerti nella tua visita al Centro iperbarico Ravenna. Seguo, con estremo interesse, l’attivazione del nuovo centro iperbarico all’Ospedale Niguarda.
    L’ossimetria transcutanea è strumento indispensabile per la valutazione dell’efficacia della terapia iperbarica, sia per prevedere la prognosi (il paziente avrà beneficio dalla terapia?) che per controllare i risultati.
    Il percorso di valutazione che adottiamo al Centro iperbarico Ravenna è il seguente:
    - esame eseguito mentre il paziente respiri aria: ossimetria transcutanea (ptcO2) < 20 millimetri di mercurio (mmHg) aumenta di 39 volte il rischio di insuccesso nel piede diabetico; - esame eseguito mentre il paziente respira ossigeno a pressione ambiente (normobarico): ptcO2 ≥ 35 mmHg, probabilità successo con OTI è del 77% (accuratezza 69%, Valore Predittivo Positivo 33-42%) - esame eseguito mentre il paziente respira ossigeno iperbarico a 2,5 bar: ptcO2 ≥ 200 mmHg probabilità successo con OTI è del 94% (accuratezza 75%, Valore Predittivo Positivo 40-58%). L’indagine prevede un errore di valutazione in un paziente su quattro, quindi è necessario abbinare altre indagini (al Centro iperbarico Ravenna applichiamo la LaserDopplerFlussimetria) e tanto buon senso! Un caro saluto, Pasquale

Rispondi

  • (will not be published)