1327
articoli
pubblicati

Scrivi al Dr. Longobardi e al suo staff

INVIA LA TUA RICHIESTA

Segui i webinair con il Dr. Longobardi

PARTECIPA AI WEBINAR

Prenota una visita al Centro Iperbarico

CHIEDI UN APPUNTAMENTO

24 gen 2012

Nel periodo invernale aumentano i casi di intossicazione da monossido di carbonio: come accorgersi del rischio? A cosa fare attenzione per salvaguardare la nostra salute? Il dottor Longobardi lo ha spiegato in un’intervista al tg di Rete 8 VGA.

Il monossido di carbonio – spiega il dottor Longobardi – è conosciuto anche come veleno bianco perchè spesso i sintomi di intossicazione si presentano quando purtroppo è già tardi. Per questo è importante fare sempre molta attenzione alla corretta manutenzione delle caldaie, il cui malfunzionamento è proprio la principale causa di intossicazione.

Nel caso si verifichi una fuoriuscita di monossido di carbonio  i primi ad accusarne i sintomi di intossicazione sono solitamente animali e bambini, che iniziano ad avvertire una sensazione di stordimento. Se il malessere si estende a più componenti presenti nello stesso ambiente allora è il caso di allarmarsi e la prima importante azione da compiere è quella di areare l’ambiente. Se invece lo stordimento è accompagnato anche da vomito o perdita di coscienza è necessario chiamare immediatamente il 118.

Nel recupero dei danni arrecati dalle intossicazioni da monossido di carbonio è molto importante la terapia iperbarica, che permette di ridurre eventuali danni celebrali dovuti all’inalazione di questo gas.

 

Qui di seguito l’intervista di Pasquale Longobardi al tg di Rete 8 VGA

Leggi anche gli altri articoli sui casi di intossicazione di monossido di carbonio affrontati al Centro Iperbarico di Ravenna

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Rispondi

  • (will not be published)