888
articoli
pubblicati

Scrivi al Dr. Longobardi e al suo staff

INVIA LA TUA RICHIESTA

Segui i webinair con il Dr. Longobardi

PARTECIPA AI WEBINAR

Prenota una visita al Centro Iperbarico

CHIEDI UN APPUNTAMENTO

22 mar 2012

Salve. Sono una donna di 45 anni un anno fa mi è stata diagnosticata la cistite intertiziale. Ho provato diverse cure senza risultato. Attualmente mi sto sottoponendo a delle induzioni vescicali di acido ialuronico ma senza alcun esito. Il medico che mi cura, ha parlato della camera iperbarica. Vorrei saperne qualcosa e se ha avuto casi simili al mio, con buon esito. Sono davvero disperata con dolori fortissimi al basso ventre e frequente necessità di urinare. 

Chiaramente la cosa va approfondita, ma se potesse darmi qualche indicazione le sarei grata. Attendo notizie al più presto. La ringrazio, cordiali saluti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

5 Risposte a “Cistite interstiziale: ossigenoterapia iperbarica?”

  1. Pasquale Longobardi on

    cara Daniela, ti ringrazio per l’attenzione. I pazienti che abbiamo trattato, affetti dal tuo problema, segnalavano lo stesso disagio che hai descritto.

    La cistite interstiziale (CI) è una condizione infiammatoria cronica della vescica, la cui causa è tuttora ignota. A differenza delle cistite comune, la cistite interstiziale si ritiene non sia causata da batteri e non risponde alla terapia convenzionale con antibiotici. È importante notare che, contrariamente a quanti molti pensano, la cistite interstiziale non è un disturbo psicosomatico; non è causata da stress; non è associata al tumore della
    vescica.

    Verosimilmente ti hanno già sottoposto a una cistoscopia con idrodistensione (ed eventuale biopsia della parete vescicale) per confermare la diagnosi di cisitite interstiziale ed escludere altre patologie: tumore, disturbi renali, tubercolosi, infezioni vaginali, malattie a trasmissione sessuale, endometriosi, cistite da radiazioni e/o disturbi neurologici.

    Nei pazienti dove i trattamenti classici (che avrai già effettuato, come la terapia farmacologica con pentosano polisolfato sodico; amitriptilina e antinfiammatori o antidolorifici vari) siano risultati inefficaci, il Centro iperbarico Ravenna ha ottenuto buoni risultati associando trenta (minimo venti) sedute di ossigenoterapia iperbarica (90 minuti per seduta) con la neurostimolazione (Frequency Rhythmic Electrical Modulation System – FREMS) e la riabilitazione del pavimento pelvico.

    Il razionale della terapia iperbarica è basato sulla ossigenazione della vescica (il dolore e lo spasmo muscolare riducono l’ossigenazione) e sulla potente azione antinfiammatoria della terapia iperbarica che, mediata dal monossido di azoto (NO), impedisce l’attivazione dei globuli bianchi e il conseguente danno tessutale.

    In letteratura ci sono diversi lavori scientifici pubblicati in merito. In un recente lavoro, pubblicato nel 2011 (http://tinyurl.com/6slvabv), la terapia iperbarica è stata riconosciuta come un potente trattamento per i pazienti affetti da cistite interstiziale resistenti alla terapia convenzionale. Negli undici pazienti trattati nello studio, la terapia iperbarica è stata ben tollerata e ha migliorato il dolore: ridotto l’urgenza e la frequenza di urinare. I risultato ottenuti si sono mantenuti per almeno 12 mesi.

    I risultati di questo e altri studi, sono coerenti con i risultati ottenuti nei pazienti affetti da cistite interstiziale trattati presso il Centro iperbarico Ravenna (tel. 0544-500152, email: direzione@iperbaricoravenna.it).

    Purtroppo, nonostante quanto sopra evidenziato, la patologia non rientra tra quelle ritenute appropriate per l’addebito del costo a carico del Servizio Sanitario Nazionale.

    Restando a tua disposizione per ulteriori chiarimenti, ti saluto cordialmente. Pasquale

  2. rosanna on

    Molto, molto interessante!
    Sono amministratrice del sito http://www.cistite.info
    Non sapevo di questo studio e vi sono grata perchè grazie a voi ne sono venuta a conoscenza.
    Sono infermiera e ho lavorato 3 anni come coordinatrice infermieritica al centro iperbarico di Bolzano. Da noi tra le patologie riconosciute dal SSN (e quindi non a carico del Paziente) per poter effettuare la terapia iperbarica c’era la cistite emorragica. Non so se è presente anche in altre regioni, ma se lo fosse non si potrebbe far passare la CI come emorragica? In fondo glomerulations e ulcere di Hunner portano a emorragie vescicali…

  3. Pasquale Longobardi on

    cara Rosanna, ti ringrazio per l’attenzione. Adoro il Centro iperbarico di Bolzano, stimo profondamente il direttore sanitario, dr.sa Barbara Farina, il tecnico Michele. In Italia la cistite emorragica rientra tra le lesioni da radioterapia e come tale il costo della terapia iperbarica è a carico del Servizio Sanitario Nazionale. Altrettanto si riesce spesso a fare per la cistite emorragica causata da farmaci tumorali (dipende dalle realtà locali). Per la cistite interstiziale, in Romagna l’attribuzione del costo della terapia iperbarica al Servizio Sanitario Nazionale varia a secondo della Ausl di residenza. Un caro saluto, Pasquale

  4. sonia on

    Gent.mo Dr Longobardi, mi e’ stata diagnosticata la CI da meno di un anno al San Carlo a Roma. Inserita nel programma di studio e trattata con ialuril (ormai terminato), sono attualmente in trattamento farmacologico senza risultati apprezzabili, e avendo ancora38 anni faccio fatica ad accettare questa situazione. Sarei interessata a sapere di piu’ sull’ossigenoterapia. Grazie.

  5. Pasquale Longobardi on

    cara Sonia, grazie per l’attenzione. Mi dispiace per il problema che ti affligge perché crea notevole disagio. L’ossigenoterapia iperbarica è una terapia che si basa sulla respirazione di ossigeno attraverso una maschera mentre si è seduti all’interno di una camera (insieme ad altri dieci pazienti), sorvegliati da un infermiere. La camera viene pressurizzata, la sensazione è quella di stare in un aereo per un volo che dura novanta minuti. Si eseguono venti trattamenti anche due al giorno (in modo che il soggiorno in Ravenna possa ridursi a due settimane, con il fine settimana libero). Il costo di ciascuna seduta è di 95 euro e, se autorizzata, è a carico del Servizio Sanitario Nazionale (escluso eventuali ticket). Le donne affette da cistite interstiziale che abbiamo trattato sono contente dei risultati ottenuti. Per eventuale appuntamento contatta la segreteria del Centro iperbarico Ravenna 0544-500152, email direzione@iperbaricoravenna.it. Cordialmente, Pasquale

Rispondi

  • (will not be published)