1327
articoli
pubblicati

Scrivi al Dr. Longobardi e al suo staff

INVIA LA TUA RICHIESTA

Segui i webinair con il Dr. Longobardi

PARTECIPA AI WEBINAR

Prenota una visita al Centro Iperbarico

CHIEDI UN APPUNTAMENTO

05 mar 2013

Buonasera, mia madre è stata affetta da spondilodiscite alle vertebre C3-C4. L’hanno curata con terapia antibiotica, prima per via endovenosa e poi tramite somministrazione per via orale.

L’infezione è guarita, purtroppo però le vertebre interessate sono state lesionate dal batterio che ha causato l’infezione e si sono, alla fine, saldate tra di loro andando a pizzicare il midollo.

Se dal punto di vista motorio la situazione, grazie alla fisioterapia, sembra migliorare, i dolori continuano invece a permanere. Mia madre continua con la somministrazzione di cerotti a base di morfina per alleviarli ma la situazione sembra non migliorare.

In quale modo si potrebbe rimediare alla cosa? Grazie per l’attenzione, Elena

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

UnoRisposta a “Spondilodiscite guarita ma il dolore rimane: che fare?”

  1. Pasquale Longobardi on

    gentile Elena, ti ringrazio per l’attenzione. Mi dispiace per la grave sofferenza della mamma. Sono felice che, almeno, il processo infettivo (spondilodiscite) sia stato debellato.
    Il percorso del Centro iperbarico Ravenna per i postumi della spondilodiscite prevede una valutazione collegiale (in un solo pomeriggio):
    - consulenza in medicina riabilitativa (dr. Francesco Fontana) con teletermografia computerizzata per evidenziare la presenza di eventuali infiammazioni delle radici nervose (radicolopatia). E’ utile la visione di una Risonanza magnetica del collo eseguita negli ultimi tre mesi; altrimenti potrà essere eseguita in Romagna.
    - consulenza antalgica anche per eventuale agopuntura
    - consulenza di medicina iperbarica

    Qualora gli esperti visualizzino un possibile successo nel controllo del dolore, si prosegue con un programma “su misura” per la mamma che potrebbe includere:
    - laserterapia, tecarterapia, massaggio per la tonificazione dei muscoli posturali (eventualmente anche in piscina riscaldata, se fosse necessario ridurre lo spasmo muscolare).
    - ossigenoterapia iperbarica associata a Frequency Rhythmic Electrical Modulation System (FREMS): entrambe stimolano la sintesi di un secondo messaggero (il monossido di azoto, NO) che controlla le sostanze del dolore (citochine).
    - agopuntura

    Spero che la mamma si senti già meglio rispetto a quanto hai inviato la richiesta. Nel caso ti fosse utile, contatta il Centro iperbarico Ravenna al 0544-500152, [email protected].

    Cordiali saluti, Pasquale Longobardi

Rispondi

  • (will not be published)