1327
articoli
pubblicati

Scrivi al Dr. Longobardi e al suo staff

INVIA LA TUA RICHIESTA

Segui i webinair con il Dr. Longobardi

PARTECIPA AI WEBINAR

Prenota una visita al Centro Iperbarico

CHIEDI UN APPUNTAMENTO

25 mar 2013

Mia figlia di 6 anni si è scottata alla coscia con ustioni di 2° e 3° grado e vorrei sapere se nel suo caso l’ossigenoterapia iperbarica è indicata.
So che x persone adulte ha avuto buoni risultati, ma su bambine di 6 anni è efficace anche per non rimanere cicatrici permanenti? Grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

5 Risposte a “Bimba di sei anni con bruciature di 2° e 3° grado alla coscia: la terapia iperbarica può fare qualcosa?”

  1. Klarida Hoxha on

    La ringrazio per l’attenzione e mi dispiace per la bambina. Essendo io madre di una bimba della stessa età della sua posso immaginare il disagio.
    Sarebbe stato utile per noi avere a disposizione anche una foto per renderci conto meglio di come si presenta l’ustione. In ogni caso, dopo essermi consultata anche con i nostri medici esperti in terapia iperbarica per capire quali potessero essere le indicazioni riguardo il suo caso, le suggerisco quanto segue.
    Il metabolismo dei bambini è molto veloce ed è dimostrato che la terapia iperbarica promuove la guarigione più velocemente che negli adulti.
    Tra la prima e la seconda settimana, la ferita attraversa la fase infiammatoria che serve per la riparazione e che prosegue per un mese finché la pelle non diventa rosea, quindi si forma la cicatrice. Durante queste fasi è importante controllare l’essudato ed evitare l’insorgenza delle infezioni, molto frequenti nelle ustioni. Qualora questi tempi non fossero rispettati, magari perché l’ustione è grave (la gravità dipende dall’estensione, profondità e sede), la terapia iperbarica potrebbe essere utile perché fornisce l’energia necessaria ad accelerare la riparazione, accompagnata da medicazioni adeguate spesso abbinate anche a bendaggi. Visto che si tratta di un ustione di 2°-3° grado, porrei maggior attenzione sul rischio di infezione. Dapprima utilizzerei delle medicazioni escarolitiche poiché il tessuto necrotico è un terreno ottimo di coltura batterica (Suprasorb G/ Purilon gel ecc), poi proseguirei con medicazioni antisettiche (Aquacel Ag/ Aquacel Ag Burn) per mantenere controllata la colonizzazione e, se necessario, mi rivolgerei al medico di medicina generale per eventuale terapia antibiotica.
    L’ aspetto estetico è molto importante per la bambina e sicuramente è necessario evitare la cicatrice deturpante chiamata cheloide.
    Per cause non ben conosciute il cheloide si forma quando nella fase finale della riparazione una cellula che determina la retrazione della ferita, chiamata fibroblasta, diventa di tipo muscolare, miofibroblasta. Per evitare questo il Centro iperbarico di Ravenna ha previsto un percorso di cura che si avvale del chirurgo plastico, il dottor Andrea Carboni del centro ustioni, ospedale civile di Cesena, di una biotecnologa e di un medico iperbarico.
    La nostra coordinatrice infermieristica, Patrizia Baroni, ha trattato con successo casi di ustioni in bambini piccoli. Uno di questi è Ilan (ne abbiamo parlato nel post “Un biglietto speciale da un piccolo paziente e la sua sorellina” ) e i risultati sono stati ottimi.
    Per qualsiasi altra informazione o per prenotare una visita presso il nostro Centro può contattare la nostra segreteria al numero 0544/500152 o scrivere una mail all’ indirizzo [email protected]
    Spero di avere presto sue notizie,
    un caro saluto, Klarida.

  2. Bruno Salvatore on

    Grazie per avermi suggerito di vedere l’articolo.
    Per me è un onore e un immenso piacere sposare e diffondere notizie sane e magari utili a qualcuno. Apprezzo e ammiro il vostro lavoro eccellente e mirato al benessere e la salute altrui. Complimenti e vivissime congratulazioni allo staff del “Centro Iperbarico di Ravenna” tutto. Sono fortunato e orgoglioso di essere un Vostro utente. ….. e come un vecchio lupo di mare non posso altro che augurarvi un : “in culo alla balena”(che per chi non lo conosce è un : in bocca al lupo… terrestre) :-) ciao

  3. Klarida Hoxha on

    Carissimo Bruno,
    So che tu ci segui sempre con piacere e i tuoi complimenti li sentiamo sinceri, lo staff del Centro iperbarico li merita tutti perché ci impegniamo sempre al massimo per riuscire a dare il meglio. Da vecchio lupo di mare, quando torni dalla tua “avventura” OTS, ci farebbe piacere se ci venissi a trovare per un saluto.
    In bocca al lupo a te per il tuo lavoro, a presto e continua a seguirci!
    Klarida

  4. Klarida Hoxha on

    Caro Salvatore, grazie per l’interesse. Ce lo auguriamo con tutto il cuore.
    Noi siamo qui a rispondere alle vostre necessità.
    Saluti Klarida

Rispondi

  • (will not be published)