1334
articoli
pubblicati

Scrivi al Dr. Longobardi e al suo staff

INVIA LA TUA RICHIESTA

Segui i webinair con il Dr. Longobardi

PARTECIPA AI WEBINAR

Prenota una visita al Centro Iperbarico

CHIEDI UN APPUNTAMENTO

18 apr 2013

Buonasera Professore,
Mi chiamo Fabio e ho 27 anni. Le scrivo perchè il 2 febbraio 2013 a causa di una caduta dall’alto mi sono rotto la testa del femore, mi sono stati applicati mezzi di sintesi (3 viti) nella speranza che, data la mia giovane età, non si verifichi necrosi alla testa del femore.
Volevo quindi chiederle se l’ossigenoterapia o altre tipi di terapie (se esistono nel senso) che possono diminuire le probabilità di insorgenza di tale complicazione. Per ora l’unica terapia che sto eseguendo è la magnetoterapia.
La ringrazio anticipatmente.
Cordiali saluti, Fabio.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

UnoRisposta a “Si può prevenire l’osteonecrosi alla testa del femore?”

  1. Andrea Galvani on

    Buongiorno Fabio,
    la frattura della testa del femore è un evento che può portare all’osteonecrosi della zona dell’osso coinvolta. Per fortuna la terapia iperbarica può ridurre in maniera sensibile questa possibilità, anche se non la può escludere completamente.
    L’ossigenoterapia iperbarica infatti è molto indicata per l’osteonecrosi e ogni anno al Centro Iperbarico di Ravenna trattiamo numerosi pazienti con questa patologia. Grazie alle sue proprietà l’OTI:
    - aumenta l’ossigenazione tissutale
    - diminuisce l’edema midollare
    - stimola gli osteoblasti ( cellule già normalmente presenti nell’osso che forma e costituisce nuovo tessuto osseo )
    La terapia con Ossigeno iperbarico può dunque servire sia per abbassare il rischio di osteonecrosi , sia -come nel suo caso- per facilitare la guarigione della frattura.
    Il protocollo standard che utilizziamo al Centro Iperbarico di Ravenna per curare questa patologia prevede 30 sedute di camera iperbarica della durata di 90 minuti ciascuna. Il numero esatto di sedute e il protocollo terapeutico vengono però decisi solo dopo aver compiuto una visita accurata e aver preso visione delle immagini radiologiche della frattura. Le sedute di ossigenoterapia iperbarica vengono accompagnate dall’assunzione di alcuni integratori e farmaci (ad esempio aledronato e ranelato di stronzio).
    Al Centro di Ravenna è presente anche un collega Fisiatra, con il quale può discutere di altri tipi di terapie complementari ( idrochinesiterapia, magnetoterapia ) che potranno aiutarla a recuperare dal suo problema nel più breve tempo possibile.
    Se vuole può prenotare una visita presso il nostro Centro contattando la nostra segreteria al numero 0544-500152 o via mail all’indirizzo [email protected]
    Spero di esserle stato d’aiuto e le mando un grande in bocca al lupo per la convalescenza.
    Cordialmente,
    Dott. Andrea Galvani

Rispondi

  • (will not be published)