1334
articoli
pubblicati

Scrivi al Dr. Longobardi e al suo staff

INVIA LA TUA RICHIESTA

Segui i webinair con il Dr. Longobardi

PARTECIPA AI WEBINAR

Prenota una visita al Centro Iperbarico

CHIEDI UN APPUNTAMENTO

28 feb 2014

Buongiorno Dottore, sono circa due settimane che soffro di questa che mi dicono sia un ulcera (non è molto grande) dovuta ai troppi trattamenti fatti (mesoterapia con cortisone e arnica, pomate tipo ittiolo e poi ultrasuoni) per curare una tendinite (più precisamente tenosinovite).
Mi hanno prescritto varie pomate tra cui Gentalin Beta e Aeuromicina più la Connettivina (non in pomata ma tipo “retina”) però io non noto miglioramenti.
Ho 25 anni e gioco a calcio ma questa ulcera mi impedisce di farlo perché oltre a essere dolorosa di suo, la situazione peggiore quando va a contatto con la scarpa. Lei, gentilmente, potrebbe darmi qualche consiglio per guarire? Le ho provate praticamente tutte e non ne posso più.
Aspetto con ansia una sua risposta (se mi da un’indirizzo mail posso inviarle una foto cosi magari può capire meglio la situazione).
La ringrazio anticipatamente.
Luca Gallina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

UnoRisposta a “Ulcera dolorosa al tendine d’Achille: può darmi un consiglio?”

  1. Patrizia Baroni on

    Carissimo Luca, comprendo la tua preoccupazione e la voglia di tornare a praticare il tuo sport preferito.

    La tenosinovite (sinovite tendinea) è un’infiammazione che interessa la guaina tendinea, quella struttura anatomica che riveste il tendine per ridurre l’attrito da sfregamento lungo il suo decorso.

    In genere, un tendine interessato dalla tenosinovite è colpito simultaneamente da tendinite: la sede di massima infiammazione è il rivestimento sinoviale, ma la risposta infiammatoria può coinvolgere anche il tendine incluso.

    L’eziologia esatta della tenosinovite è sconosciuta, ma può essere ricondotta a cause meccaniche come un eccessivo uso fisiologico dei tendini o sollecitazioni anormali (sforzi eccessivi).

    Lievi traumi ripetuti per un lungo periodo di tempo possono aumentare il danno a carico della guaina sinoviale. Alcuni sport agonistici (tennis, marcia, pattinaggio, calcio ecc.) possono promuovere l’insorgenza della sinovite tendinea.

    In questi casi consigliamo al paziente di sospendere le terapie in essere applicando delle medicazioni inerti (tipo garze grasse) e contemporaneamente procedere con esami di laboratorio e strumentali per poter arrivare a una diagnosi precisa. Solo successivamente si può valutare l’applicazione di tecniche/medicazioni avanzate per chiudere la lesione nel minor tempo possibile (Potrebbe interessarti: http://www.my-personaltrainer.it/salute-benessere/tenosinovite-sinovite-tendine.html)

    Lievi traumi ripetuti per un lungo periodo di tempo possono aumentare il danno a carico della guaina sinoviale e alcuni sport agonistici (tennis, marcia, pattinaggio calcio ecc.) possono promuovere l’insorgenza della sinovite tendinea. (Potrebbe interessarti: http://www.my-personaltrainer.it/salute-benessere/tenosinovite-sinovite-tendine.html).

    Effettivamente sei stato sottoposto a molteplici terapie e, quando si verificano situazioni di questo tipo, al Centro Iperbarico consigliamo al paziente di rallentare con i vari trattamenti, utilizzare medicazioni inerti (tipo garze grasse) e solo successivamente valutare tecniche e medicazioni avanzate, oltre alla esecuzione di esami strumentali ed esami di laboratorio.
    La cosa migliore è quella di seguire un unico percorso e creare un programma terapeutico personalizzato.

    Restiamo a disposizione per qualsiasi chiarimento, nel caso tu volessi effettuare una visita presso il nostro centro di seguito trovi i contatti.
    Segreteria Centro Iperbarico di Ravenna: 0544 500152 – [email protected]

    Cordiali saluti,
    Patrizia Baroni

Rispondi

  • (will not be published)