1327
articoli
pubblicati

Scrivi al Dr. Longobardi e al suo staff

INVIA LA TUA RICHIESTA

Segui i webinair con il Dr. Longobardi

PARTECIPA AI WEBINAR

Prenota una visita al Centro Iperbarico

CHIEDI UN APPUNTAMENTO

06 mar 2014

Buongiorno,
nel 2009, quando avevo 43 anni, a causa una caduta dalla bici ho riportato una la frattura del collo del femore destro. Sono stato operato con osteosintesi e mi hanno inserito 2 viti. Tutto è andato bene fino a qualche mese fa quando sono comparsi i primi dolori all’articolazione e una zoppia sempre più pronunciata. Il medico mi ha fatto fare una TAC dove si parla di iniziale evoluzione di necrosi avascolare. Vorrei gentilmente sapere se il trattamento con camera iperbarica può essere un tentativo per evitare la protesi.

Grazie per la disponibilità,
Tiziano Franchi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

UnoRisposta a “Curare una necrosi alla testa del femore dovuta a frattura”

  1. Claudia Rastelli on

    Buongiorno signor Tiziano, mi dispiace molto per i problemi che ha vissuto e che sta vivendo.
    La Camera Iperbarica è un ottima terapia per trattare e spesso risolvere l’Osteonecrosi della testa del femore e di altre aree.

    La Necrosi avascolare è un infarto dell’osso che va incontro a morte poiché non arriva sufficiente quantità di sangue alla parte. L’Ossigenoterapia iperbarica promuove la neoangiogenesi nell’osso malato ( creazione di nuovi vasi) e migliora l’apporto di sangue al tessuto sofferente, inoltre la Terapia Iperbarica aumenta la quantità di ossigeno disciolto nel sangue facendo in modo che questo arrivi ai tessuti periferici, come l’osso, in grandi quantità e più velocemente. Altro beneficio che ci fornisce tale terapia è la stimolazione che si ha sugli osteoblasti a produrre nuova matrice ossea.

    Presso il Centro Iperbarico di Ravenna seguiamo un protocollo costituito da:
    - 40 sedute di Camera Iperbarica da 90 minuti suddivisi in 20 sedute ad una data atmosfera per promuovere la pulizia dell’osso da parte degli osteoclasti e successive altre 20 sedute ad un’altra quota che stimola gli osteoblasti a produrre nuova matrice ossea.
    - Terapia farmacologica mirata a rafforzare l’osso lesionato
    - Visita Con il Dott. Fontana per uno studio posturale e definizione di un piano riabilitativo e di preservazione dell’articolazione.
    - Magnetoterapia a domicilio.

    La terapia Iperbarica è molto utile e spesso risolutiva, in particolare quando ancora non è avvenuta la deformazione ossea. Presso il nostro centro potremmo valutare il suo caso nello specifico prendendo in visione gli esami da lei effettuati e considerando il suo stato di salute generale. Tengo a precisare che l’esame strumentale specifico per la diagnosi di Osteonecrosi più che la TAC è la RMN.

    Per qualsiasi informazione ed eventualmente prenotare una visita chiami il numero 0544 500152 oppure scriva una mail all’indirizzo [email protected]

    Spero di esserle stata di aiuto.

    Cordiali saluti,
    Dott.ssa Claudia Rastelli

Rispondi

  • (will not be published)