1334
articoli
pubblicati

Scrivi al Dr. Longobardi e al suo staff

INVIA LA TUA RICHIESTA

Segui i webinair con il Dr. Longobardi

PARTECIPA AI WEBINAR

Prenota una visita al Centro Iperbarico

CHIEDI UN APPUNTAMENTO

16 mag 2014

Stefano Turchi Rally dei Faraoni

Stefano è un sommozzatore dei Vigili del Fuoco con una incredibile passione per il motorally, una passione talmente grande da non averlo fermato neanche dopo un brutto incidente durante la gara Africa Eco-Race (ex Parigi-Dakar) che gli aveva provocato una commozione cerebrale e una frattura alla clavicola.

Dopo l’incidente è stato in terapia al Centro Iperbarico e il 19 aprile dello scorso anno vi avevamo raccontato la sua storia in una bella intervista che ci aveva concesso.

Durante la nostra chiacchierata Stefano ci aveva spiegato che quando è caduto dalla moto era in testa alla classifica e la delusione per aver perso questa occasione era davvero grande. Ci aveva detto di volersi rimettere in sella al più presto e il suo sogno nel cassetto era poter tentare di nuovo di correre l’Africa Race.

Beh, la determinazione e la forza di volontà a Stefano non mancano e oggi ci ha scritto per ringraziarci perché è in volo per partecipare al Rally dei Faraoni che si svolgerà dal 18 al 25 maggio nel deserto egiziano!

Il percorso al Centro Iperbarico gli ha permesso di ritrovare la forma fisica e gli ha dato un grande aiuto anche dal punto di vista psicologico perché non è sempre facile credere di potercela fare di nuovo. Sedute di camera iperbarica, neurostimolazione, osteopatia e riabilitazione in acqua sono stati gli ingredienti per rimetterlo in sesto (soprattutto la colonna vertebrale sempre sollecitata nel motorally) e per permettergli di affrontare al meglio questa nuova sfida.

Stefano è partito solo con uno zainetto e i suoi pensieri. Sta bene, è concentrato, la moto è perfetta e l’adrenalina è al massimo ma un po’ di tensione per la prima gara dopo l’incidente c’è. La sua speranza è che i dubbi, le paure, le incertezze e i brutti pensieri svaniscano una volta che sentirà il rombo dei motori. Come sempre lui ce la metterà tutta.

Stefano viaggerà con il logo del Centro Iperbarico attaccato sulla sua moto e porterà con se le nostre magliette e medicinali da distribuire ai bambini dei villaggi che incontrerà durante la sua traversata nel deserto, questo ci rende davvero orgogliosi.

Se volete seguire la gara in diretta potete andare sul sito del Rally dei Faraoni www.pharaonsrally.com e cercare il tracking. Ci saranno 5 Tappe + Prologo di 5 Km per un totale di 2122 km, 1536 di speciale e 586 di trasferimento.

Qui un articolo che parla di Stefano uscito sul Tirreno e qui l’articolo uscito sul sito 1sport.it.

In bocca al lupo per la tua nuova avventura Stefano!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Rispondi

  • (will not be published)