1328
articoli
pubblicati

Scrivi al Dr. Longobardi e al suo staff

INVIA LA TUA RICHIESTA

Segui i webinair con il Dr. Longobardi

PARTECIPA AI WEBINAR

Prenota una visita al Centro Iperbarico

CHIEDI UN APPUNTAMENTO

23 set 2014

TristezzaAndrea ha 38 anni e un passato di tossicodipendenza durato 16 anni con cui oggi deve fare i conti. Questo brutto periodo della sua vita ha compromesso la sua salute in maniera irreversibile: ha contratto l’HIV e l’HCV (epatite) e ora il suo fisico deve combattere ogni giorno con i danni causati dall’eroina tra cui l’irregolarità del circolo venoso delle gambe e la conseguente cronicizzazione delle ulcere della pelle.

Quando è arrivato al Centro Cura Ferite Difficili del Centro Iperbarico aveva due ferite molto brutte su entrambe le gambe nelle quali in passato si è iniettato l’eroina. Prima di arrivare qui da noi era già stato ricoverato per un tentativo di innesto cutaneo ma durante il periodo trascorso in ospedale era ricaduto nella tentazione della droga finendo in overdose e per un lungo periodo non si è più occupato delle ferite sulle sue gambe.

Da circa 3 anni Andrea è riuscito ad uscire dal tunnel dell’eroina ma segue ancora una cura di Metadone. Le sue ferite sono ancora più gravi di prima e nelle sue gambe si è formato anche un edema, alimentato ulteriormente dal fumo che rappresenta un importante fattore di rischio per chi soffre di ulcere cutanee.

Appena arrivato al Centro Iperbarico Andrea è stato trattato con medicazioni avanzate e sottoposto a una pulizia strumentale con ultrasuoni per preparare la ferita alla guarigione. Terminata questa prima fase di preparazione, per accelerare la guarigione sono seguiti il trattamento con PRP (Plasma Ricco di Piastrine) e innesti di pelle bioingegnerizzata (trattata in laboratorio). I due percorsi sono stati realizzati in sinergia con il Centro Trasfusionale dell’Ospedale di Ravenna, guidato dalla Dott. ssa Tomasini, e con la Dott.ssa Elena Bondioli, biotecnologa e addetta alla preparazione del PRP e innesti cutanei presso il Centro Grandi Ustionati-Banca Cute AUSL Cesena e direttore tecnico della Cell Factory di Pievesistina. Il Centro Trasfusionale dell’Ospedale di Ravenna ha fornito il plasma necessario per la preparazione del PRP mentre e la Dott. ssa Bondioli si è occupata della preparazione del gel piastrinico.

Per aumentare il successo dell’intervento Andrea ha effettuato anche un ciclo di 15 sedute di terapia iperbarica che ha permesso di ossigenare i tessuti e quindi di attivare più rapidamente le cellule predisposte alla loro rigenerazione oltre a ridurre l’infezione in corso, risolta anche grazie alla terapia antibiotica.

Le lesioni sono migliorate moltissimo ma la loro estensione era talmente grande che per Andrea è stato necessario sottoporsi anche a un intervento di chirurgia plastica (innesto autologo, con pelle prelevata dal paziente stesso) realizzato presso l’U.O. Grandi Ustionati di Cesena dal Direttore Dott. Melandri. L’intervento è perfettamente riuscito e oggi il percorso di Andrea si sta concludendo al Centro Cura Ferite Difficili con gli ultimi bendaggi.

Un caso, quello di Andrea, che nonostante la difficile situazione è stato risolto grazie alla collaborazione di tutte le strutture di eccellenza del nostro territorio e di cui andiamo orgogliosi di essere parte. Ora non ci resta che fargli un grande in bocca al lupo per un futuro più sereno.

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Rispondi

  • (will not be published)