1308
articoli
pubblicati

Scrivi al Dr. Longobardi e al suo staff

INVIA LA TUA RICHIESTA

Segui i webinair con il Dr. Longobardi

PARTECIPA AI WEBINAR

Prenota una visita al Centro Iperbarico

CHIEDI UN APPUNTAMENTO

13 ott 2014

Si conclude con un quarto posto il mondiale delle pallavoliste italiane che nonostante le sconfitte di questi ultimi due giorni contro Cina e Brasile escono a testa altissima da questa competizione.

Ieri la partita per il terzo posto contro le brasiliane si è conclusa con tre set a due per la squadra verde e gialla già due volte campione del mondo. Un finale spiacevole per le azzurre che hanno comunque lottato fino alla fine con la tecnica, la tenacia e la grinta che da sempre le contraddistingue.

Pallavolo mondiali

Purtroppo le ultime due avversarie sono state davvero brave ma alla squadra italiana va un grande ringraziamento per aver fatto sognare l’Italia per settimane.

Al Centro Iperbarico siamo tutti particolarmente vicini a questa nazionale e abbiamo seguito con grande interesse tutto il mondiale. Sarà che abbiamo conosciuto Paola Cardullo quando ha fatto terapia iperbarica al Centro Iperbarico di Ravenna per guarire dalla necrosi alla caviglia (qui la nostra intervista a Paola Cardullo) e sappiamo quanto ama questo sport e quanta passione e sacrificio mette ogni giorno per dare il meglio in campo.

Paola ha una tenacia incredibile: cinque infortuni in cinque anni, l’ultimo al crociato a marzo di quest’anno, e ogni volta la sua carriera sembrava finita. Invece no, ogni volta è riuscita a rimettersi in sesto e a ritrovare la forma in brevissimo tempo per tornare in campo e battersi insieme alle sue compagne, per la squadra, per i tifosi e per l’Italia.

Paola e tutte le ragazze della pallavolo rappresentano un esempio per noi e per tutti i pazienti del Centro Iperbarico, perché anche nei momenti di sconforto, quando sembra che non ci sia più speranza, in realtà non bisogna mai smettere di lottare: prima o poi si potrà di nuovo scendere in campo e tornare a giocare la partita. E se non sarà un primo posto varrà comunque la pena di aver lottato per una fantastica quarta posizione ai mondiali.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Rispondi

  • (will not be published)