1308
articoli
pubblicati

Scrivi al Dr. Longobardi e al suo staff

INVIA LA TUA RICHIESTA

Segui i webinair con il Dr. Longobardi

PARTECIPA AI WEBINAR

Prenota una visita al Centro Iperbarico

CHIEDI UN APPUNTAMENTO

26 mag 2015

Lo scorso febbraio vi abbiamo raccontato della collaborazione tra il Centro Iperbarico e Il Centro Riabilitativo al Cammino (CRC) Casalino di Loiano, dove le persone che hanno subito amputazioni o danni motori trovano un team di esperti in grado di suggerire loro la migliore soluzione ortopedica e assisterli nella riabilitazione.

Avevamo intervistato Matteo Cavina e Corrado Polzoni di Ottobock Italia, che ci avevano raccontato di un interessante progetto particolare dedicato a chi si vuole spingere oltre le attività ordinarie: il Roby da Matti Walk Camp, un corso di cinque giornate immersi nell’Appennino Emiliano che prevede allenamenti all’aperto, in palestra o in piscina e percorsi di trekking per tutte le persone amputate e per i loro accompagnatori.

Questo progetto ci ha entusiasmato così tanto che siamo andati a fare visita al CRC per farci raccontare meglio di cosa si tratta e vedere coi nostri occhi lo splendido posto in cui si svolge.

robiIl trainer del progetto è Roberto Bruzzone, un ragazzo che ha subito un’amputazione transtibiale con moncone destro corto ma nonostante questo non si è mai lasciato scoraggiare. Dopo l’amputazione ha iniziato a dedicarsi a vere e proprie “imprese eroiche” per sfidare se stesso e superare i suoi limiti, tra le quali, proprio quest’anno, un’avventura in cammino sulle Ande insieme ad un amico, in tenda.

Roberto è testimonial Ottobock da molto tempo: prova le protesi in anteprima, le porta al limite come solo lui sa fare e con l’aiuto dei tecnici lavora per perfezionarle. E’ un ottimo tester: se resistono a lui possono superare qualsiasi prova!

Proprio durante una visita di Roberto al CRC per lavorare insieme ai tecnici è nata un po’ per scherzo l’idea del Walk Camp: immersi nel verde delle colline in cui si trova il CRC, è impossibile non pensare che quel luogo sarebbe l’ideale per una vacanza a contatto con la natura. E allora perché non organizzare proprio qui delle vere e proprie vacanze di riabilitazione? Così, a giugno 2014, per una settimana, il Centro di Riabilitazione al Cammino è diventato la base del primo Roby da Matti Walk Camp.

Fin da subito l’iniziativa ha avuto più successo di quanto ci si aspettasse: la prima edizione del Roby da Matti Walk Camp ha raggiunto il limite di iscritti previsti in sole due settimane. Hanno partecipato persone di tutte le età, dai 14 ai 50 anni, amputate ad un solo arto o bilaterali.

Oltre alla bellissima location, il CRC è il luogo ideale per questo tipo di iniziative perché è dotato di tutte le attrezzature più innovative per assistere le persone con protesi, di una piscina interna per fare riabilitazione e rilassarsi e di una struttura indipendente con stanze da letto per ospitare tutti coloro che decidono di partecipare a questa esperienza.


Come si svolge il Walk Camp

Se volete iscrivervi potete contattare Roberto su Facebook oppure scrivergli a [email protected].

Roberto fisserà un appuntamento telefonico con voi per capire quali sono le vostre condizioni di mobilità e se potete affrontare questa avventura. Una volta ottenuto il via libera tutto lo staff vi attende al CRC per l’inizio del Camp.

Al vostro arrivo farete un colloquio insieme a Roberto, il fisioterapista e il tecnico ortopedico per raccontare il tipo di protesi che usate, qual è la vostra mobilità e quali sono le vostro aspettative. A questo incontro segue poi una visita medica d’equipe per capire se siete in buona salute.

La prima serata si passa insieme, per conoscersi e socializzare: la cosa più bella del Camp sono proprio le vere e grandi amicizie che nascono tra i partecipanti e lo staff, ed è per questo motivo che per molti è diventato un appuntamento fisso, una vacanza da fare ogni anno per ritrovare tanti cari amici. Come ci hanno raccontato “il Roby da Matti Walk Camp a 37 anni ti cambia la vita: conosci tante persone che capiscono cosa hai passato, impari a superare ostacoli e capisci di poter fare cose che credevi di non poter fare mai più”.

Roby da Matti Walk Camp I livello

La seconda giornata inizia con esercizi mirati in palestra e all’aria aperta, dove tutti i partecipanti devono affrontare il loro primo “percorso wild”, che prevede camminate ed esercizi su terreni diversi come ghiaia, terra, salite e discese. Questa prima fase è molto importante per capire il vostro livello e i vostri limiti, inoltre è un’occasione importante per imparare alcuni trucchetti su come affrontare le difficoltà: Roberto, il tecnico e il fisioterapista son sempre accanto a voi per assistervi, spiegarvi come affrontare le situazioni e sistemare le  protesi ogni volta che ne avrete bisogno.

Le tre giornate successive sono dedicate alle escursioni, ciascuna delle quali dura circa 5 ore. Le passeggiate vengono fatte con molta calma, prevedono il pranzo al sacco e un supporto costante dello staff. Se qualcuno si trova in difficoltà è sempre disponibile un’auto pronta ad accompagnarlo, ma, per quanto possa sembrare strano, questo non succede quasi mai: i ragazzi sono molto motivati, pronti ad affrontare tutte le condizioni e a non mollare. In gruppo si fanno forza l’uno con l’altro e riescono sempre tutti ad arrivare alla meta, addirittura spesso qualcuno decide di proseguire sulle proprie gambe anche la via del ritorno.

Roby da Matti Walk Camp

A giornata conclusa sarete tutti inviati a concedervi un bel bagno insieme nella piscina del CRC per rilassarvi un po’ e poi vi aspetterà una gustosa cena in qualche ristorante tipico oppure nella mensa del CRC dove si può chiacchierare fino a tardi.

Al termine del Camp ciascuno partecipa a una valutazione per vedere i miglioramenti ottenuti nel corso della settimana, cosa si può ancora migliorare e con quali esercizi può proseguire a casa per mantenere i risultati ottenuti.

 

Roby da Matti Walk Camp in programma nel 2015

Dato il successo dell’edizione 2014, per il 2015 sono stati organizzati sei Roby Da Matti Walk Camp: 2 di primo livello, 2 di secondo livello e 2 di terzo livello.

  • Il primo livello è dedicato alle persone che non hanno ancora fatto esperienze di questo tipo e vogliono migliorare la postura e il cammino con la protesi. Dura una settimana, dal lunedì al sabato, e si svolge al CRC Casalino.
  • Il secondo livello è per chi ha già partecipato al primo livello e vuole perfezionare il cammino in percorsi più difficili e terreni sconnessi. Si svolge in un weekend lungo, dal mercoledì alla domenica, sempre al CRC Casalino
  • Il terzo livello è dedicato ai più esperti e consiste in una settimana di trekking, fitness e benessere in Alto Adige, con camion attrezzato a officina ortopedica.

Guarda tutti le date e i prezzi dei Roby da Matti Walk Camp 2015 

I miglioramenti che i partecipanti riescono ad ottenere in queste settimane di esercizio sono sempre tantissimi, sia a livello fisico che emotivo. Il segreto per essere come Roby è semplice: tanto allenamento e soprattutto tanta voglia di arrivare lontano.

A tutti i partecipanti di questa edizione 2015 va il nostro più grande in bocca al lupo!

Se volete conoscere meglio Roberto e i ragazzi che hanno partecipato al Roby da Matti Walk Camp fino ad oggi seguite la pagina Facebook e il blog noiamputati.blogspot.it.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Rispondi

  • (will not be published)