1307
articoli
pubblicati

Scrivi al Dr. Longobardi e al suo staff

INVIA LA TUA RICHIESTA

Segui i webinair con il Dr. Longobardi

PARTECIPA AI WEBINAR

Prenota una visita al Centro Iperbarico

CHIEDI UN APPUNTAMENTO

30 set 2015

Gent.mo Dr. Longobardi,
le scrivo per avere informazioni sulla terapia iperbarica. Diversi mesi fa ho iniziato ad avere (ancora oggi mi capita) un senso di ovattamento e problemi all’orecchio come lieve perdita udito (premetto che all’orecchio sinistro soffro di acufene). Su consiglio dello specialista mi sono sottoposta a risonanza magnetica e questo è il referto

RM ENCEFALO – RM MASSICCIO FACCIALE

L’indagine è stata eseguita utilizzando sequenze spin Echo, fast spin Echo, gradient Echo, FLAIR e DWI, pesate in T1 e T2, con scansioni assiali saqittaf e coronali dello spessore di mm 2-5.

Si notano alcune piccole lacune di tipo gliotico della sostanza bianca sovratentoriale, in sede subcorticale e che interessano le corone radiate ed i centri semiovali;I’mmagine più evidente si nota a sinistra con diam rnax di mm 6; si segnala la simmetrica iperintensità in T1 del pulvinar (calcificazioni?) ; opportuna valutazione clinico-specialistica.

Non si apprezzano alterazioni della diffusione. 
Strutture mediane in asse. 
Normale visualizzazione del corpo calloso.
Cavità ventricolari e spazi liquorali subaracnoidei di normale ampiezza.
Normale rnorfoloqia dei condottluditiviinterni: non sf nota patologia dell’angolo pentocerebellare, bilateralmente; non è stato somministrato il m.d.c.

Le sequenze ottenute non mostrano alterazioni della ghiandola ipofisaria. 
Cisterne della base normalmente rappresentate.
Normale pneumatizzazione dei seni paranasali.

Non si notano immagini da riferire a patologia dei complessi ostiomeatali.
Deviazione del setto nasale verso destra.
Non si riconoscono alterazioni delle orbite e del loro contenuto.
Normale pneumatizzazione delle celle mastoidee,bilateralmente.

Cosa mi consiglia?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

UnoRisposta a “Sordità improvvisa e Ossigenoterapia Iperbarica”

  1. Andrea Galvani on

    Buongiorno Sig.ra Giusy,
    grazie per averci scritto.

    Concordo con la necessità di una valutazione specialistica per approfondimento. Per quanto riguarda invece le informazioni e curiosità che ci chiede sull’Ossigenoterapia Iperbarica (OTI), la informo che solo dopo un attenta visita medica e studio del tracciato audiometrico si riesce a valutare se l’ipoacusia ha i criteri per essere trattata in camera iperbarica.

    È importante sapere che uno dei criteri più importanti per stabilire se l’Ossigenoterapia può dare risultati è il tempo: infatti l’OTI è indicata solo quando sono trascorsi meno di 30 giorni dalla diagnosi.

    Il percorso adottato al Centro Iperbarico per chi soffre di queste problematiche prevede 15 sedute, più un eventuale estensione di 10 altre sedute nel caso in cui ci sia un miglioramento. E’ prevista una seduta al giorno per 15 giorni, ogni seduta dura 108 minuti e si svolge in iperbarismo alternato (le terapie iperbariche standard sono di 90 minuti ma per i pazienti con sordità improvvisa vengono estese fino a 108).

    Durante la prima visita al Centro Iperbarico valutiamo se è necessaria anche una terapia farmacologica di supporto e se c’è indicazione per fare anche un ciclo di terapia FREMS (Frequency Rhythmic Electrical Modulation System).

    Spero di aver risposto ai suoi dubbi,
    per qualsiasi ulteriore informazione può contattare la nostra segreteria allo 0544-500152

    Un caro saluto,
    Dott. Andrea Galvani
    Laurea in Medicina e Chirurgia all’Università Alma Mater Studiorum di Bologna, n. ordine dei Medici Chirurghi di Bologna: 16646

Rispondi

  • (will not be published)