1328
articoli
pubblicati

Scrivi al Dr. Longobardi e al suo staff

INVIA LA TUA RICHIESTA

Segui i webinair con il Dr. Longobardi

PARTECIPA AI WEBINAR

Prenota una visita al Centro Iperbarico

CHIEDI UN APPUNTAMENTO

10 mag 2016

Buongiorno,   
a seguito di una “ferita accidentale” sopra la caviglia dx avvenuta un mese fa circa, ma inizialmente da me trascurata,  mi è stata diagnosticata  l’ulcera di Martorell.

La ferita è stata medicata e trattata con Noruxol crema e con bendaggi all’ossido di zinco, ma il dolore non è mai cessato, anzi si è acutizzato al punto che non riesco più a dormire, pur avendo fatto adeguata terapia antibiotica e uso di antidolorifici (prima il Toradoll poi, co-effaralgan).

La ferita è della dimensione di una moneta e attualmente presenta un contorno fortemente arrossato e dolorante.- In questo lasso di tempo sono stato visitato privatamente da un chirurgo vascolare, poi  mi sono rivolto direttamente al reparto di chirurgia dell’ospedale di Urbino.
La  situazione generale anziché risolversi, degenera tanto che anche la  persona che esegue le medicazioni ora sospetta una flebite.
Sono fortemente  preoccupato.

Grazie , distinti saluti.

Dino

 

 

 

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

UnoRisposta a “Dino soffre per ulcera di Martorell sopra la caviglia: come potrà stare meglio?”

  1. Klarida Hoxha on

    Buongiorno Dino,
    grazie per averci contattato.

    L’ulcera di Martorell si presenta in persone che soffrono di ipertensione arteriosa mal controllata. Lo stato ipertensivo determina alterazioni delle strutture capillari cutanee e ne consegue un aumento delle resistenze periferiche e una riduzione della pressione di perfusione.
    In questo modo basta anche solo un microtrauma per determinare una lesione difficile da guarir, proprio come è successo nel suo caso.
    Lei però non accenna nulla sul suo stato di salute, che a questo punto è da approfondire per capire meglio.

    Durante la prima visita al Centro Cura Ferite Difficili valutiamo il paziente da un punto di vista olistico ed eseguiamo diversi esami strumentali non invasivi per costruire un quadro generale della situazione della persona e della ferita, che viene poi approfondito con altri accertamenti come gli esami del sangue.

    L’ulcera di Martorell è molto dolorosa e per questo motivo è intollerante a qualsiasi medicazione o bendaggio, la scelta va dunque valutata molto attentamente per non causare malessere alla persona. Queste lesioni vengono trattate con bende medicate all’ossido di zinco, ittiolo, cumarina (a seconda della situazione) e medicazioni all’idrogel o garze grasse in modo da evitare i traumatismi durante la medicazione.
    Abbiamo inoltre l’abitudine di utilizzare anestetici locali per evitare il dolore procedurale e al nostro Centro è sempre presente un’antalgico che provvede alla prescrizione della corretta terapia del dolore che è ben protocollato per le ulcere cutanee.

    Se desidera contattarci per una valutazione siamo a sua disposizione, tenendo presente che le cure sono a carico del Sistema Sanitario Nazionale.
    Per qualsiasi informazione può chiamare la nostra segreteria al numero 0544/500152.
    Un caro saluto,
    Klarida Hoxha

Rispondi

  • (will not be published)