1307
articoli
pubblicati

Scrivi al Dr. Longobardi e al suo staff

INVIA LA TUA RICHIESTA

Segui i webinair con il Dr. Longobardi

PARTECIPA AI WEBINAR

Prenota una visita al Centro Iperbarico

CHIEDI UN APPUNTAMENTO

15 set 2016

Buongiorno,
sono Sandra, ho quasi 49 anni e da circa 10 anni mi è stata diagnosticata un osteonecrosi alla testa del femore sinistro.
In questi anni facendo una vita molto sedentaria sono riuscita a preservare l’anca e quindi ad allungare l’intervento protesico.
Non mi è mai stato prescritto un farmaco che potesse aiutare a preservare lo stato del femore, solo una volta l’anno mi sottopongo a un ciclo di tecarterapia.
Nell’ultimo periodo credo che la situazione stia peggiorando: da circa un mese il dolore è aumentato, non riesco a  svolgere le normali attività quotidiane e faccio uso delle stampelle.
Così ho fatto una risonanza magnetica che vorrei inviarvi così che possiate visionarla, e vi chiedo  di indicarmi come fare per l’invio.

Sono venuta a conoscenza del vostro Centro attraverso il sito internet e avrei bisogno di sapere se il mio caso potrà  essere trattato con il sistema di ossigenoterapia.   

 

Vi ringrazio anticipatamente e rimango in attesa di un vostro riscontro.

 

Cordiali Saluti

 

Sandra 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

UnoRisposta a “Osteonecrosi alla testa del femore, ecco come curarla con l’ossigenoterapia iperbarica”

  1. Andrea Galvani on

    Buongiorno Sandra,
    grazie per averci contattato.
    Può mandare il referto all’indirizzo mail [email protected]: è molto importante per noi poterlo visionare infatti da questa analisi saremo in grado di definire il “grado di Steinberg” (un indice che ci fa capire se la struttura della testa del femore è ancora integra oppure no).

    La cura con ossigenoterapia iperbarica è indicata come tentativo terapeutico solo per i gradi 1 e 2. Se invece la sua necrosi si collocasse a un grado superiore, l’unica valutazione che è utile fare è quella ortopedica per decidere il trattamento più idoneo e comprendere i tempi di ripresa.
    Generalmente il trattamento in camera iperbarica che viene indicato per i paziente affetti da osteonecrosi asettica della testa del femore è composto da 30 sedute a 2,2/2,5 ATA di pressione, ogni seduta dura 90 minuti e la frequenza è di1- 2 sedute al giorno.
    Nel percorso che suggeriamo al paziente è prevista anche una consulenza specialistica dal fisiatra che analizzerà gli aspetti di terapia fisica e riabilitativa e l’eventuale terapia farmacologica di supporto.
    Solitamente controllare l’evoluzione della situazione si richiede una nuova risonanza magnetica circa 60 giorni dopo il termine del ciclo di OTI prescritto.

    Rimaniamo in attesa dei suoi referti per poterle dare indicazioni più precise, colgo l’occasione per farle un grande in bocca al lupo.

    Saluti,
    Dott. Andrea Galvani
    Laurea in Medicina e Chirurgia all’Università Alma Mater Studiorum di Bologna, n. ordine dei Medici Chirurghi di Rimini: 02337

Rispondi

  • (will not be published)