1280
articoli
pubblicati

Scrivi al Dr. Longobardi e al suo staff

INVIA LA TUA RICHIESTA

Segui i webinair con il Dr. Longobardi

PARTECIPA AI WEBINAR

Prenota una visita al Centro Iperbarico

CHIEDI UN APPUNTAMENTO

06 feb 2017

La camera iperbarica sperimentale per test di laboratorio nasce da una richiesta di collaborazione da parte dell’Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori (I.R.S.T.) di Meldola e il Centro Iperbarico Ravenna. L’obiettivo è quello di studiare gli effetti dell’iperbarismo su due tipi di tumori: leucemia mieloide e glioblastoma e valutare i benefici che l’ossigenoterapia iperbarica (OTI) può portare nella cura dei tumori. 

Il Centro ha progettato, costruito e certificato una camera iperbarica adatta allo scopo.
La camera è lunga 1060 cm e larga 355 cm, all’interno è sezionata con 5 ripiani amovibili in cui si possono trattare contemporaneamente 64 fiasche da laboratorio.

camera_irst4

La camera iperbarica ha una pressione di esercizio di 5.5 Bar e una pressione di collaudo idrostatico di 9.0 Bar.
A seconda delle esigenze può essere compressa con vari gas quali: Ossigeno, Azoto, Carbox, Nitrox, Heliox.
Tramite una consolle di comando è possibile gestire e controllare diversi parametri: compressione, decompressione, profondità (analogica e digitale), temperatura interna, durata dei test con orologio temporizzatore. È anche possibile analizzare l’atmosfera interna alla camera.
L’impianto elettrico della camera è stato realizzato rispettando la direttiva comunitaria ATEX 94/9/CE – ATEX99/92/CE.

Tutti i materiali utilizzati nella ricerca e che devono entrare nella camera, sono stati preventivamente testati con una prova di compressione di 6 ATA, in modo da valutare la tenuta e la loro idoneità all’uso.

dav dav camera_irst3

 

Il personale del nostro Centro ha maturato una grande esperienza e altissime competenze tecniche: in oltre 27 anni di attività questo è il quarto prototipo della serie ”ricerca”, progettato e realizzato interamente dal nostro staff.
L’elenco dei prototipi comprende:

  • camera sperimentale mobile per trasporto e perfusione di organi (fegato), Università di Ferrara e San Marino anno 2000/2007
  • camera per alto fondale 250 metri (26 ATA) Test tabelle Heliox Marina
    Militare anno 2004
  • camera sperimentale mobile per il trasporto, perfusione e trapianto (Rene e fegato) Università di Bologna anno 2007/2016.

È importante ricordare che tutti i progetti e le sperimentazioni sono monitorati dalla direzione del nostro Centro e con la supervisione del nostro Direttore Sanitario, il Dott. Pasquale Longobardi. Inoltre, per mantenere alti gli standard di sicurezza la conduzione delle camere sperimentali durante gli esperimenti è sempre affidata a uno dei nostri tecnici iperbarici opportunamente formato.

Per il Centro Iperbarico di Ravenna è molto importante investire nella ricerca: crediamo che contribuire in questo settore sia fondamentale.

Ci auguriamo che il nostro piccolo apporto permetta, in futuro, di migliorare i percorsi di cura di tanti nostri pazienti.

Gian Luca Baroni, capotecnico Centro Iperbarico di Ravenna

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Rispondi

  • (will not be published)