1329
articoli
pubblicati

Scrivi al Dr. Longobardi e al suo staff

INVIA LA TUA RICHIESTA

Segui i webinair con il Dr. Longobardi

PARTECIPA AI WEBINAR

Prenota una visita al Centro Iperbarico

CHIEDI UN APPUNTAMENTO

20 mar 2017

Salve, 

soffro di necrosi bilaterale del femore: l’rx è risultata negativa e la risonanza ha evidenziato la nevrosi bilaterale con edema e abbondante versamento all’anca destra che è quella dolorante, mentre la sinistra no.

Ho seguito diverse terapie tra cui bifosfonati, magnetoterapia fans (gladio) vitamina D e calcio secondo prescrizione dell’ortopedico.
Mi hanno detto che la situazione è al primo stadio ma magari rispetto a un anno fa è degenerata ancora anche se ho seguito le terapie da subito.

Mi è stato suggerito diverse volte il trattamento in camera iperbarica per rigenerare il tessuto osseo: vorrei gentilmente il vostro parere a riguardo e se è possibile darmi informazioni su come intervenire.

Grazie

Alessandro 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

UnoRisposta a “Ossigenoterapia iperbarica per necrosi bilaterale del femore”

  1. Claudia Rastelli on

    Gentile Signor Alessandro,
    L’Ossigenoterapia Iperbarica è un’ottima terapia per l’osteonecrosi della testa del femore, infatti ha come scopo ha quello di ridurre l’edema dell’osso affetto e di favorire la formazione di nuova matrice ossea.
    Le consiglio di associare questa terapia a quelle che già sta seguendo a base di bifosfonati e magnetoterapia. Inoltre sarebbe utile non caricare eccessivamente il peso sugli arti per evitare un peggioramento strutturale e seguire un percorso specializzato con fisioterapisti per una riabilitazione motoria adeguata (per esempio seguendo un percorso di idrokinesiterapia).

    L’unico modo per sapere lo stato attuale delle anche e se la malattia è progredita è quella di ripetere la risonanza magnetica, sarebbe utile per decidere con più precisione di percorso da seguire.

    Al centro Iperbarico di Ravenna seguiamo un protocollo integrato e multidisciplinare in cui il paziente viene seguito da un medico iperbarico per quanto gli aspetti di terapia in camera iperbarica e la gestione dei farmaci e da un fisiatra per la parte riabilitativo-motoria.

    Se desidera una nostra valutazione specifica per il suo caso o per ulteriori domande la invito a contattarci allo 0544.500152

    Cordiali saluti
    Dott.ssa Claudia Rastelli
    Laurea in Medicina e Chirurgia all’Università di Ferrara
    Ordine dei Medici Chirurghi di Rimini n. 2074

Rispondi

  • (will not be published)