Webinar su incidenti da decompressione e buone prassi per l’immersione

Mercoledì 22 aprile dalle ore 15.00 alle 15.30 

L’incidente da decompressione è una sindrome con diverse manifestazioni cliniche e diverse evoluzioni causata dal passaggio del subacqueo da un ambiente a pressione relativamente alta ad una pressione relativamente bassa. Questa riduzione di pressione porta il gas inerte che è in forma fisica nei tessuti e nei vasi, ad entrare in fase gassosa: ciò può determinare una eccessiva formazione di bolle di gas nei tessuti, nelle arterie e nelle vene. Ogni evento di questo tipo richiede un trattamento di ricompressione di tipo diverso a seconda della gravità dei sintomi e del tipo di incidente.

Nella diretta video del 22 aprile il Dott. Longobardi ha spiegato le cause e le conseguenze che possono derivare dagli incidenti da decompressione e ha parlato delle buone prassi da seguire in immersione per rendere più piacevole l’attività subacquea e ridurre le probabilità che questi inconvenienti si verifichino.

Guarda il filmato del webinar

 

2 Risposte a “Webinar su incidenti da decompressione e buone prassi per l’immersione”

  1. renato on

    Egr.Dott.Longobardi,purtroppo solo adesso,per motivi di lavoro, ho potuto guardare il video della sua conferenza del 22.La ritengo ottima e soprattutto comprensibile a tutti,grande pregio!A questo punto mi sorgono due domande:1)ma ,la tanto deprecata infiammazione tessutale,cosa comporta?E soprattutto come si manifesta “meccanicamente”nel circolo e nei tessuti(non so per esempio,rigonfiamenti che bloccano il circolo o emboli ecc.?)?,cosa comporta?…poi il monossido d’azoto(che protegge l’entotelio)è presente nel cioccolato e in quali altri alimenti o medicinali?
    Grazie

  2. claudio on

    Egr.Dott.Longobardi,purtroppo solo adesso,per motivi di lavoro, ho potuto guardare il video della sua conferenza del 22.La ritengo ottima e soprattutto comprensibile a tutti,grande pregio!A questo punto mi sorgono due domande:1)ma ,la tanto deprecata infiammazione tessutale,cosa comporta?E soprattutto come si manifesta “meccanicamente”nel circolo e nei tessuti(non so per esempio,rigonfiamenti che bloccano il circolo o emboli ecc.?)?,cosa comporta?…poi il monossido d’azoto(che protegge l’entotelio)è presente nel cioccolato e in quali altri alimenti o medicinali?
    Grazie

Rispondi

  • (will not be published)